Ricerca prodotti

I polimeri o macromolecole sono costituenti di tutti gli esseri umani: il DNA è un polimero.
Ci sono polimeri naturali come il legno, carta, cuoio, caucciù, lana e sintetici, prodotti chimicamente a partire da materie prime a basso peso molecolare (monomeri) come i termoplastici.
I TERMOPLASTICI sono macromolecole che rammolliscono ripetutamente col calore sino a fondersi e scorrere e quindi si possono poi risolidificare per raffreddamento. Si suddividono in:
Amorfi: le molecole a catena si aggrovigliano
Semi-cristallini: hanno ambiti di molecole particolarmente ordinate

I termoplastici sono completamente riciclabili, a meno che il polimero non sia stato chimicamente degradato da eccessive sollecitazioni termiche. Essi vengono sintetizzati mediante diverse reazioni di formazione da materie prime a basso peso molecolare (monomeri) secondo tre principali reazioni:
POLIMERIZZAZIONE:
Dissociazione di legami multipli oppure apertura dell’anello per mezzo di una reazione delle catene, come per le poliolefine o il PA 6
POLICONDENSAZIONE:
Dissociazione di prodotti di reazione (es. acqua) attraverso una reazione a gradini di due o più monomeri
(es. PA66)
POLIADDIZIONE:
I monomeri si combinano a poliaddotti mediante migrazione intermolecolare di un atomo di idrogeno, attraverso una reazione a gradini  (poliuretani)

I termoplastici si suddividono commercialmente in:
Commodities: LDPE, LLDPE, HDPE, PP, PVC, PET, PS
Tecnopolimeri: ABS, ASA, SAN PC, ABS-PC, PA 6, PA66, COPA, ABS-PA, PBT, PPO, PETG, PCTG, PCTA, PMMA, POM, TPU, PC/PBT, blend etc.
Supertecnopolimeri: PA11, PA12, PA9T, PA 6T, PPA , altre PA, PSU, PES, PEI, PPS, FEP, ETFE, PC HT, PAI, PEK, PEEK, PI etc.

30 SONO I POLIMERI TRATTATI

2800 colori di base
5.000 formulazioni differenti
90 effetti speciali
5 tecnologie esclusive per essere solution provider

ASA

L’ASA (Acrilonitrile-Stirene-Acrilato) è ampiamente usato nel settore dei trasporti (moto, auto etc) , nell’edilizia e nell’elettrico per il suo buon bilanciamento di proprietà chimiche, meccaniche e di processo.
Ma è soprattutto per le sue intrinseche proprietà di stabilità alla luce, di gran lunga superiori a quelle dell’ABS, che le applicazioni di questo materiale stanno aumentando in ambienti outdoor.
Grazie infatti alla sostituzione del butadiene con un acrilato, si migliora la resilienza e la resistenza UV. Inoltre i nuovi gradi disponibili sono capaci sia di mantenere il colore stabile nel tempo sia di necessitare di un ridotto impiego di pigmenti coloranti.
 

ABS/PC

Sono blends di policarbonato più ABS che abbinano con successo caratteristiche meccaniche
(elevata tenacità e resilienza a freddo), termiche (elevati valori di Vicat) e reologiche (elevata fluidità) a buona processabilità. La gamma comprende gradi base a differente resistenza termica, autoestinguenti, rinforzati con fibre di vetro, gradi per cromatura nonché tipi speciali per campi d’impiego specifici.
 

ABS/PA

Sono blends di poliammide più ABS che,  grazie ad una speciale formulazione brevettata permette di usufruire contemporaneamente dei vantaggi di un prodotto amorfo e di un semicristallino. In particolare i prodotti presentano una felice combinazione di caratteristiche meccaniche, termiche e di resistenza chimica. Sono inoltre idonei a copiare perfettamente la superficie degli stampi in modo da ottenere anche superfici altamente opache se desiderate.
 

ABS

L’ABS (acrilonitrile/butadiene/stirene) è idoneo per applicazioni che richiedono elevate caratteristiche di tenacità, rigidità, resistenza meccanica, qualità estetica e facilità di lavorazione. La gamma comprende gradi per stampaggio ad iniezione/estrusione (high gloss o alta opacità), gradi con elevata resistenza termica, autoestinguenti, rinforzati con fibre di vetro, nonché tutta una serie di gradi speciali.
 

PA6

Le poliammidi 6 si ottengono per polimerizzazione del caprolattame che contenendo 6 atomi di carbonio da origine al nome del prodotto. Sono prodotti semi cristallini che presentano elevata resistenza meccanica, resistenza a creep, buona resistenza all’urto, eccellenti caratteristiche elettriche, buona resistenza a numerosi agenti chimici ed una facilità di trasformazione che ne ha ampliato l’impiego ad innumerevoli applicazioni.